Ultimo aggiornamento: 23 novembre 2017 alle 7:24
loading...

Video. “Fedeli vaff… vai a laurearti”. La ministra va all’università, assaltata e brutalizzata: finisce malissimo

loading...

Studenti scatenati all’Università Bicocca di Milano, dove il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, inaugurava l’anno accademico. Alcuni ragazzi hanno cercato di fare irruzione nell’aula dove parlava la ministra e successivamente, per evitare guai, sono stati fatti entrare e a uno di loro è stata data la parola.

Durissimo l’attacco alla ministra senza laurea: “Siamo studenti, che il ministero ha deciso di sfruttare con l’alternanza scuola-lavoro. L’alternanza è l’utilizzo di manodopera gratis all’interno delle aziende e non si può dire che questo è colpa delle singole scuole perché se il ministero non riesce a creare barriere di tutelaallora il ministero dell’Istruzione ha fallito. Se alternanza scuola lavoro deve essere percorso formativo perché ci mandate in aziende non idonee?”.

Nel mirino dei contestatori anche i cosiddetti licei brevi: “Questa deriva porterà la scuola a un modello nozionistico che non sviluppa l’aspetto fondamentale: la capacità di analizzare criticamente il presente”. A prendere parte alla protesta il collettivo Ccs, Rete Studenti e Casc. “A lavorare gratis non ci stiamo – hanno scandito al megafono – non vogliamo sfruttamento ma formazione. Chiediamo che il ministro Fedeli esca dall’università”.

La situazione ha rischiato di degenerare, tra urla e pugni sulle porte anti-panicod’ingresso. Un ragazzo che ha fatto irruzione in aula è stato portato vaia di forza. Dunque una giovane, che ha iniziato ad insultare la Fedeli quando è entrata nell’aula: “Vai a laurearti. Un bel vaffanculo alla ministra Fedeli. Finisca il liceo lei anziché non farlo finire a noi”. Infine, anche uno striscione con la scritta: “Marcio come i vostri accordi”. L’accoglienza alla Fedeli è servita. tv.liberoquotidiano.it

(Visited 272 times, 1 visits today)
loading...

Commenta per primo on "Video. “Fedeli vaff… vai a laurearti”. La ministra va all’università, assaltata e brutalizzata: finisce malissimo"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*